Logo2

pagina_spiritualità

spiritualità

Aumenta la tua spiritualità e la saggezza per migliorare la tua personalità

 

Aforismi e citazioni famose: Spiritualità e saggezza:

 


“Serenità è quando ciò che dici, ciò che pensi, ciò che fai, sono in perfetta armonia”

Mahatma Gandhi

La forza non deriva dalla capacità fisica. Deriva da una volontà indomina
Mahatma Gandhi

La vera bellezza, dopotutto, stà nella purezza di cuore
Mahatma Gandhi

L’uomo è dove è il suo cuore, non dove è il suo corpo
Mahatma Gandhi

Chi segue il cammino della verità non inciampa
Mahatma Gandhi

Il vostro mondo esterno è solo un riflesso del vostro mondo interiore
T. Harv Eker

Rispondi in maniera intelligente anche a chi ti tratta stupidamente
Lao Tzu

Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice. La gioia è molto contagiosa
Madre Teresa di Calcutta

“Tutto ciò che siamo è il risultato di ciò che abbiamo pensato”
Gautama Buddha

“Sono il padrone del mio destino, il capitano della mia anima”
Nelson Mandela

 

*****************************************

La spiritualità, termine che riguarda, a grandi linee, tutto ciò che ha a che fare con lo spirito, ha svariate accezioni ed interpretazioni. Il suo significato più semplice è il concetto che oltre alla materia tangibile esista un livello spirituale di esistenza, dal quale la materia tragga vita, intelligenza o almeno lo scopo di esistere; tuttavia può arrivare ad includere la fede in poteri soprannaturali (come nella religione), ma sempre con l’accento posto sul valore personale dell’esperienza. L’attribuzione di spiritualità a una persona non implica necessariamente che quella persona pratichi una religione o creda, in generale, all’esistenza dello spirito; in questo caso la spiritualità è vista piuttosto un “modo d’essere” che evidenzi scarso attaccamento alla materialità. (fonte: Wikipedia)

La saggezza è spesso intesa come capacità di desiderare e scegliere ciò che, valutato a lungo termine, possa ottenere l’approvazione di un buon numero di persone. In questo senso, una scelta “saggia” implica che l’azione (o la non-azione) sia stata strategicamente corretta se giudicata alla luce di una teoria dei valori ampiamente condivisa. In nessun caso però la saggezza può essere valutata in termini di consenso popolare. Piuttosto, l’opinione popolare attribuisce la dote della saggezza alle persone più anziane, in virtù della loro prudenza e maggiore esperienza di vita.

La saggezza, dal punto di vista dell’etica, consiste nel riconoscere la differenza tra ciò che è bene e ciò che è male, e nello scegliere di conseguenza l’azione che è volta al bene. Va tuttavia rilevato che, per chi ritiene che in ambito etico non sussista la possibilità di discernere oggettivamente il bene dal male, la saggezza è invece la consapevolezza dell’assenza di un criterio morale trascendentale. In questo senso tutto ciò che accade è il risultato di infinite forze “negative” e “positive” che, intrecciandosi, portano inevitabilmente alla situazione presente; saggio è dunque l’individuo che sa adeguarsi di volta in volta allo stato dei fatti, modificando i suoi valori secondo le concrete opportunità che gli si presentano.
(fonte: Wikipedia)